Ristrutturazione fai da te: la nostra stanza

Ristrutturazione fai da te: la nostra stanza

 

Buongiorno amiche! Come vi avevo già accennato, ultimamente sono stata meno presente sul Blog, anche per via della casa che stiamo ristrutturando. Dato che, anche in questo caso, si tratta di puro fai da te, ho pensato di condividere la cosa con voi: magari potrebbe essere d'aiuto e fornirvi qualche spunto anche per le vostre dimore. ^__^

 

Ma partiamo dal principio: la casa in questione è una casa di montagna, costruita dal mio bisnonno subito dopo la fine della prima guerra mondiale (1920) ed è stata abitata dalla mia famiglia fino agli anni 60 circa. Nella stanza che oggi è la nostra camera da letto, sono nate prima mia nonna e poi mia mamma. I miei nonni hanno poi deciso di trasferirsi qui a Bolzano e, da allora, è diventata una "casa delle vacanze". Non sono mai stati eseguiti grossi lavori di ristrutturazione (avevamo l'acqua calda solo in bagno, un piccolo boiler elettrico), il riscaldamento vantava solo una stufa a legna in cucina, gli infissi erano quasi tutti quelli originali, non c'era nessun tipo di isolamento ecc... Tutto questo fino al 2015 quando, dopo il nostro matrimonio, il mio super maritino ed io, abbiamo deciso di cambiare le cose e, stanza per stanza, imparando strada facendo e con l'aiuto di amici e parenti, abbiamo iniziato a dare nuova vita a questa casa.

 

Lo abbiamo fatto nel tempo libero, spesso sacrificando i giorni di ferie, con le nostre forze e i risparmi della famiglia. In tanti ci chiedono perché, a trent'anni, imbarcarsi in un lavoro del genere: in primis questa casa ha un importante valore affettivo, poi, purtroppo, noi ci divertiamo così e non in ultimo, speriamo di poter crescere tra queste mura una numerosa famiglia e condividere con parenti e amici i valori e gli insegnamenti con cui siamo cresciuti.

 

Questa è, e rimarrà, una casa senza tv, senza wifi, dove i cellulari non hanno campo. Dove la mattina ci si sveglia col sole che sorge da dietro la montagna ed entra dalle finestre e la sera ci sia addormenta col brillare delle lucciole. 

 

L'inizio:

 

Tornando alla nostra camera: all'inizio si presentava così: ingombranti mobili in legno scuro, vecchi infissi, pavimenti in legno mai trattati prima.

 

 

Il pavimento:

 

Abbiamo voluto mantenere i pavimenti originali, perché sostituirli o coprirli ci sembrava davvero un gran peccato. Ma erano devastati dai tarli... con un bel po' di pazienza li abbiamo levigati, trattati con antitarlo e infine con un olio per parquet (tutto acquistato da Bricoman). Abbiamo poi sostituito il vecchio battiscopa con uno in tinta. Un gran lavoro ma un ottimo risultato:

 

 

La testata del letto: 

 

Dopo aver dato una bella ripulita, levigato e trattato i pavimenti, ci siamo dedicati alla testata del letto, realizzata con i pallet, smontati e piallati. Abbiamo costruito una struttura portante in legno, nella quale abbiamo inserito il nuovo impianto elettrico e un po' di isolamento (i muri qui sono di sasso e spessi oltre 60 cm). Dopo aver inchiodato tutte le assi, abbiamo realizzato una mensola superiore e trattato il tutto con un impregnante all'acqua color rovere. Sotto alla mensola della testata abbiamo inserito una striscia a led dimerabile (e che cambia colore -___-) che usiamo al posto delle abat jour (comprata su amazon):

 

 

L'angolo con il caminetto:

 

Dopo la testata del letto, è arrivato il momento del biocamino. Volevo un angolo decorativo con caminetto, ma non essendoci un canna fumaria, abbiamo optato per un camino a etanolo incassato in una paretina di cartongesso. Abbiamo cercato un caminetto di questo tipo su amazon (pagato un centinaio di euro) che ho poi riverniciato con una pittura ferromicacea grigio scuro (era nero lucido e non mi piaceva proprio). Marito e suocero hanno realizzato la struttura in legno e rifinito con il cartongesso:

 

 

La porta e le finestre:

 

Cambiare le finestre era necessario (tra il vetro e la cornice ci passava un dito) ma sarebbe stata una spesa importante. Dopo qualche ricerca abbiamo trovato una buona soluzione da BRICOMAN, dove con circa 150 € abbiamo acquistato una finestra su misura in pvc bianco, che abbiamo poi montato da soli. Cambiare anche le porte sarebbe stato troppo oneroso, ho optato quindi per ridipingerle con un effetto shabby e cambiare solo la maniglia (i prodotti che ho utilizzato li trovate sempre da Bricoman: fondo, vernice e maniglia). Per realizzare l'effetto shabby, una volta dipinta la porta di bianco, ho passato la carta vetrata qui e li per dare un effetto invecchiato. Ottime per questo lavoro anche le Chalk Paint, anche se indubbiamente più dispendiose. Ecco la porta prima e dopo:

 

 

L'arredamento:

 

Per arredare la stanza abbiamo recuperato dei vecchi mobili: un armadio con piedini (Subito.it, pagato 30 € e poi riverniciato), un vecchio baule in legno che era del mio bisnonno (levigato e trattato) per il quale ho realizzato un cuscino in gommapiuma rivestito con stoffa a quadri di tessuti.com, uno sgabello dei suoceri (levigato e rivestita la seduta). Il letto con contenitore e le mensole-comodini, li abbiamo invece acquistati da Ikea in super offerta. Tende, tappeto e biancheria da letto sono di Ikea o H&M. I bastoni delle tende sono quelli originali, levigati e trattati. Le cornici sono di Maison du Monde e gli oggetti decorativi vengono un po' da qui e un po' da lì! Per l'illuminazione abbiamo acquistato una striscia led colorata su amazon, che abbiamo usato sotto la mensola della testata del letto, al posto delle abat jour. Il lampadario in corda con le lampadine retrò viene anche da amazon.

 

 

Per le cornici ho scelto delle foto in bianco e nero che raccontano i quasi 8 anni della nostra storia: il primo anno, il primo viaggio, la prima auto d'epoca che abbiamo comprato, il nostro matrimonio... Ho arricchito la parete con i nostri monogrammi (il mio realizzato con dei listelli di legno e quello di mio marito con una sagoma in cartone e spago... e ho lasciato tanto spazio per i prossimi ricordi! ^___^

 

Ecco, questa è la prima stanza a cui abbiamo messo mano, ormai due anni fa... da qui è cominciato un grande progetto che sta comportando sicuramente un grande lavoro ma ci sta dando allo stesso tempo immense soddisfazioni. Ho voluto mantenere il carattere rustico di questa casa, e il suo valore "storico", conservando i pavimenti in legno e scegliendo dei pezzi di arredamento che avessero un passato da raccontare. Con una puntina di orgoglio, lo ammetto, se mio nonno e mio padre potessero vedere quello che stiamo facendo, credo che sarebbero fieri di noi... e speriamo di avere tanti bambini e amici che si godano il frutto dei nostri sforzi! ^________^

 

Quindi, se oltre ai progetti di cucito, avete intenzione di impugnare levigatrice e martello STAY TUNED! Prossimamente le prossime stanze finite o in lavorazione! E se avete domande o consigli lasciate un commento e non dimenticate di seguire la mia pagina Facebook!

 

Buon fai da te!

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

Contattami

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti